martedì 4 febbraio 2014

Alta Roma Fashion Show




Gennaio 2014 tempo di Alta Roma. Dal 25 al 27 gennaio sono state presentate le collezioni di alta moda italiana e internazionale nella cornice di Santo Spirito in Sassia a pochi passi da Castel Sant'Angelo. 
Tra gli ospiti, i giornalisti, fotografi c'ero anche io in qualità di blogger. Nella front row: Fendi e qualche nome noto. Prima delle sfilate: l'attesa, le luci abbassate e il silenzio. Poi pochi minuti per mostrare mesi di lavori. 


Varie maisons partecipanti ed eventi in calendario. Case di alta moda italiana e internazionale, giovani stilisti e accademie hanno portato in passerella le loro creazioni. 

Alta Roma ha offerto spazio e visibilità a giovani stilisti, grazie al progetto scouting Who is on Next?
Dall'eleganza che guarda al passato di Esme Vie, Greta Boldini e San Andrès allo stile più casual, underground e contemporaneo di Quattromani e Comeforbreakfast

Una  donna elegante e raffinata è stata mandata in passerella  da GattinoniCuriel, Luigi Borbone e Balestra per la primavera/estate 2014.



Eterea, iper-femminile, fluttuante la collezione di Mireille Dagher. La stilista libanese propone una moderna sirena, che  sembra emergere dal mondo marino. Il mare ispira anche i ricami preziosi e la scelta cromatica. 
Ben lavorati e ricamati sono anche gli abiti di Jamal Taslaq e Sarli.
Sarli crea un mix di trasparenze, ricami e tessuti leggeri.
Per la prossima primavera/estate la moda viaggia su differenti linee cromatiche. Si può scegliere tra il black& white di Nino Lettieri e Jamal Taslaq o i colori sgargianti e estivi di Giada Curti e Balestra. Altrimenti si può optare per il rosso di Curiel Couture e Molaro o per i  toni pastello di Luigi Borbone.

Per quanto riguarda le linee degli abiti nelle maisons del progetto "Who is on Next" sono emerse due tendenze: i tagli geometrici e oversize e le linee dal sapore Fifies di Esme VieGreta Boldini e San Andrès.

Tra le proposte degli stilisti già affermati si va dal miniminalismo con linee leggere
agli abiti con plissé e voluminose ruches di Nino Lettieri, dal long dress a sirena di Mireille Dagher agli abiti a corallo di Raffaella Frasca.


Lo stile unico dell'artigianalità e del savoir faire è stato protagonista nelle mostre: Artisanal Intelligence e Salon de la Mode. La sartoria Farani ha esposto la sua vasta collezione di costumi realizzati per i nomi più importanti dello spettacolo.
Tra le mostre suggestiva sicuramente quella organizzata da I.e.d moda allo Specchio degli studenti dei corsi di moda, accessori e gioielli dell'Istituto. Sperimentazione e creatività. Specchi che riflettono gli oggetti.



Un po' di magia viene dal circo dell'Accademia delle belle Arti di Frosinone. 
L'accademia ha basato la sfilata sul progetto di una giovane stilista: Giada Falstaffi. Qui la magia del circo e la teatralità del burlesque si uniscono dando vita ad una collezione romantica e decadente, che ci trasporta in un mondo 
onirico,  dove la vitalità e l’illusione, si manifestano  lontani dalla triste quotidianità persi nello sfolgorante spettacolo. 




 Durante l'Alta Moda alcune case di moda hanno presentato collezioni nelle quali è andata per la maggiore la semplicità,  un minimalismo privo di opulenza e la mancanza della ricchezza dei ricami certosini. Una semplicità un po' troppo austera e inaridita, a volte addirittura troppo rigida come nel caso di Persechino.
I ricchi ricami sono rinnegati o dimenticati,  riflettendo il lato  austero e disincantato della nostra società, dove si elimina il superfluo e la magia, ricordandoci che quelli sono tempi ormai andati.







Alta Roma Fashion Show





January 2014 it's Alta Roma time . From 25th  to 27th  January the collections of Haute Couture were presented in Santo Spirito in Sassia near Castel Sant'Angelo. 
Among guests, journalists, photographer, I was there as blogger.  In front row: Fendi and important people. Waiting moment, dark, silence and before the beginning of fashion show. The dsigners have few minutes to show months of work.



 In calendar several  maisons and events.  

Alta Roma offered space and visibility to young stylists, thanks to  scouting project Who is on Next?
From an elegance with a backward glance of  Esme VieGreta Boldini and San Andrès' to a casual, underground and contemporary style of Quattromani and Comeforbreakfast 's




A smart and classy lady is that presented by GattinoniCuriel, Luigi Borbone and Balestra for spring summer 2014 collection. 

Ethereal and feminin is Mireille Dagher' s collection.  She  proposes a modern mermaid, who seems to emerge from the sea. The sea elements inspired the embroideries and the colour palette.  
Well-worked Jamal Taslaq and Sarli's dresses.
Sarli mixed transparency, embellishment and  light texture.


The next season different colours are fashionable. In fact, it is possible choose among black& white as Nino Lettieri and  Jamal Taslaq did or bright and summery colours  like Curiel Couture and Molaro or pastel tones used by Luigi Borbone.


"Who is on Next" participants  show two tendency:  a geometrical and oversize  cut and Fifties remembrance ( such as Esme VieGreta Boldini and San Andrès).

On the other hand the well-known stylists go from minimalism to 
 plissé and voluminous ruches such as Nino Lettieri, from Mireille Dagher's long mermaid dress  to Raffaella Frasca's corolla style.



The savoir faire is presented in the exposhition: Artisanal Intelligence and Salon de la Mode. The  Farani dressmaker exposhed its huge costume collection made for the main important name of cinema.
A striking exhibitis the Mirror Box organized  by I.e.d.  Experimentation and creativity in in a game of mirrors.



A little of magic comes from  Accademia delle belle Arti di Frosinone, with the circle inspiration . 
The Accademy based its fashion show on a young stylist project, Giada Falstaffi. Here the circle magic and the theatricality of burlesque join together to give life to a romantic and decadent collection. It attracts viewers in a dream-like world, where illusion  of the circle appears far from heavy life. 



 During Alta Moda some fashion hauses showed collections where it was very popular simplicity, without opulance and the lack of embroidery richness. A simplicity a bit much austere and parched,  sometimes really rigid as in the case of Persechino. 
Where rich embellishments are denied  and forgotten.

Reflecting the austere and disenchanted side of our society, where it neads to remove superfluous and magic, remembering us that are time gone.









Nessun commento:

Posta un commento

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Amazon